Passeggiata alla Certosa con i grandi del passato

Dettagli

Un racconto della Certosa nei suoi vari aspetti che abbia qualche pretesa di completezza richiederebbe – almeno – un’intera giornata. Noi cerchiamo di illustrarne i punti salienti in circa due ore, per interessarvi e incuriosirvi, in modo che anche voi possiate, dopo questa visita, inserire, come Byron, come Dickens, come Carducci, la Certosa fra le mete delle vostre passeggiate solitarie o in compagnia.

Alla fine della passeggiata ci sarà uno speciale intervento poetico e teatrale!

CENNI STORICI
14 aprile 1801: l’ex monastero della Certosa di Bologna, fondato nel 1334 e soppresso nel 1797, accoglie le prime due salme di bolognesi. Si tratta di Giuseppe Sarti, un fornaio di 50 anni morto – pensate! – di inedia, e di Maddalena Brunini, una sarta di 53 anni morta di “idropisia”. Da quel momento la Certosa diviene il Cimitero dei Bolognesi, come lo era stata tra la fine del VI e gli inizi del IV secolo a.C. per gli Etruschi. Per centocinquant’anni la Certosa di Bologna si arricchirà di opere d’arte, fino a diventare il più importante museo della scultura fra Otto e Novecento dell’Emilia Romagna e fra i più rinomati d’Europa e, quindi, del mondo.

NUMERO CHIUSO. E’ RICHIESTA LA PRENOTAZIONE.
Per informazioni e prenotazioni, vi invitiamo a mandare un messaggio privato a Like Locals in Bologna, indicando numero e nomi dei partecipanti oppure una mail a info@likelocalsinitaly.com

Hai bisogno di più informazioni? Contattaci